Blog a cura di Studio Cesiano Riccio

L'informazione per la tua tutela della tua azienda

Telefono +39 375 675 6709

Perché registrare un marchio: tutti i vantaggi

La registrazione di un marchio può far conseguire al suo titolare e all'impresa numerosi vantaggi, soprattutto dal punto di vista fiscale e legale.
Registrare un marchio

Un marchio registrato può far conseguire al suo titolare diversi vantaggi ed è un importante strumento di pianificazione fiscale per le imprese e gli imprenditori. Se sei un imprenditore con un’attività già avviata, ma non hai ancora un marchio registrato, dovresti valutare di registrarlo, sfruttando il suo valore economico. Oggi vogliamo spiegarti perché è tanto importante registrare un marchio e i motivi per cui ti conviene farlo con noi.

Registriamo marchi sia a livello nazionale che europeo. Contattaci per registrare il tuo marchio e per pianificare la tua strategia fiscale risparmiando sulle imposte.

Che cos’è un marchio

Un marchio è un segno distintivo. Può trattarsi di una parola, una frase, un disegno, un simbolo o un logo.

Se decidi di registrare un marchio, puoi scegliere di effettuare la registrazione a livello nazionale, europeo o internazionale. Cosa cambia? L’estensione della tutela che garantirai al tuo marchio.

Ma perché è così importante registrare un marchio? I vantaggi sono numerosi, soprattutto nell’ottica della pianificazione fiscale dedicata alla tua azienda. Continua a leggere l’articolo per saperne di più!

Tutti i vantaggi di registrare un marchio

Registrare il tuo marchio ti consentirà, in primo luogo, di aumentare il valore commerciale del tuo brand. L’uso continuato di un marchio registrato ti permetterà di dare maggiore visibilità ai tuoi prodotti e alla tua azienda in generale. Le peculiarità e i punti di forza dei tuoi prodotti e servizi risalteranno e la tua azienda si mostrerà solida e autorevole.

Registrando il tuo marchio ne otterrai l’esclusività, cioè il suo utilizzo esclusivo nei confronti dei terzi e in particolare della concorrenza. Che cosa significa questo? Che ti garantirai il diritto di uso esclusivo del segno distintivo. Eventuali concorrenti non potranno registrare un marchio simile o analogo, generando confusione tra i consumatori.

I vantaggi derivanti dalla registrazione del marchio non finiscono qui. Con un marchio registrato ti assicurerai piena tutela legale sul piano civile e penale. Otterrai protezione verso la concorrenza sleale, arginando tentativi di copia del tuo brand.

Dal punto di vista fiscale, registrare un marchio può risultare un’ottima strategia. Infatti, la registrazione di un marchio può fare ottenere dei vantaggi fiscali a te persona fisica e alla società. Ti spieghiamo in che modo.

Il marchio, una volta registrato, ha un intrinseco valore commerciale. Infatti, può essere ceduto, dietro il pagamento di un compenso. Qualora vi fossero i presupposti, un marchio potrà essere registrato in capo auna o più persone fisiche e dato in concessione alla società che avesse interesse a utilizzarlo.

I pagamenti effettuati dalla società ai proprietari del marchio – i soci – per lo sfruttamento del marchio stesso saranno interamente deducibili dal fatturato societario. Allo stesso tempo, i proprietari che li andranno a percepire pagheranno le imposte in base agli scaglioni IRPEF con una riduzione che va dal 25% fino al 40% e senza pagare Iva e contributi previdenziali INPS.

La società pagherà un costo interamente deducibile, su cui non dovrà versare alcuna imposta. Contemporaneamente, i titolari del marchio riceveranno dei pagamenti che saranno tassati secondo le regole di vantaggio tipiche di chi percepisce dei guadagni da royalties.

Questa tassazione agevolata per chi percepisce le royalties può portare i titolari del marchio a vedere un abbattimento delle imposte rispetto alla tassazione ordinaria. Vantaggioso, vero?

Se vuoi approfondire questo tema, ti consigliamo la lettura del nostro articolo “Marchio Registrato E Royalties: Vantaggi Fiscali Per La Tua S.R.L.”

Come registrare un marchio per poi concederlo in licenza d’uso alla società

Ma come registrare un marchio per poi concederlo in licenza d’uso alla società, ottenendo quindi benefici fiscali? Cosa fare per non commettere errori? Leggi con attenzione quanto stiamo per spiegarti.

Prima di tutto scegli un marchio realmente utilizzato e significativo, che apporti un valore aggiunto al tuo business. Attenzione a scegliere un nome o un logo che non siano ancora registrati. Una volta operata questa scelta, il marchio dovrà essere registrato, ma da un soggetto diverso dalla società di capitali che, poi, lo sfrutterà. Bisognerà poi effettuare una valutazione sul reale valore del marchio per quantificare la giusta cifra che la società pagherà sotto forma di royalties ai titolari del marchio. A tal fine, sarà necessario rivolgersi a un commercialista esperto in pianificazione fiscale.

Successivamente, per consentirne giuridicamente l’utilizzo del marchio in capo alla società, bisognerà redigere un apposito contratto di licenza d’uso del marchio tra la società utilizzatrice e i proprietari del marchio.

Infine, sarà necessario monitorare periodicamente l’utilizzo e il valore del marchio, così da evitare qualsiasi forma di abuso nello sfruttamento di tale strategia.

Attenzione! Lo sfruttamento del valore economico del marchio registrato può risultare molto vantaggioso, ma si tratta di una strategia che deve essere studiata con attenzione.

Non seguire le regole che ti abbiamo descritto può comportare dei rischi. Cosa si rischia? Il cosiddetto abuso del diritto e alcune sanzioni pecuniarie in capo alla società e ai titolari del marchio.

Registrare un marchio è una procedura di per sé semplice. Ciò che può risultare complesso è analizzare la possibilità di registrare il marchio stesso, senza che venga rigettato o entri in contrasto con marchi già registrati. Per questo motivo affidati a noi. Registriamo marchi sia a livello nazionale che europeo.

Contattaci per registrare il tuo marchio e per pianificare la tua strategia fiscale risparmiando sulle imposte.

Perché affidarsi a noi per registrare un marchio

Registra il tuo marchio con noi.

Svolgeremo per te una ricerca di anteriorità approfondita, onde evitare di ricevere opposizioni da proprietari di altri marchi.    
A questo proposito, non si dovrà tenere conto solamente di marchi identici, ma anche di marchi similari già registrati, marchi di fatto già in uso e prodotti o servizi che possano richiamare il marchio da registrare.

Sceglieremo insieme a te le classi merceologiche più idonee rispetto al tuo marchio e al tuo business.
In che modo? Consultando la Classificazione di Nizza e individuando le classi merceologiche più adatte al tuo caso.

Ti consiglieremo poi il tipo di marchio da registrare – se figurativo, denominativo o misto – e l’ufficio presso cui registrarlo a seconda delle tue esigenze specifiche – generalmente UIBM o EUIPO.

Struttureremo fin da subito la migliore strategia per un’ottimizzazione fiscale.
Ti forniremo una consulenza mirata ad abbattere il carico fiscale della tua azienda.
Redigeremo dei contratti per l’utilizzo del marchio e l’attribuzione delle royalties. Ti assicureremo l’asseverazione e la stima del valore del marchio. Infine, monitoreremo periodicamente la strategia fiscale inerente alle royalties.

Con noi la procedura di registrazione sarà più veloce grazie all’utilizzo del Fast Track.

Conclusioni e consigli

Hai dei dubbi? Scrivici nei commenti, ti risponderemo!

Siamo sempre a disposizione se vuoi ricevere una consulenza.

Contattaci tramite il form che trovi qui sotto!

Condividi:

Altri Articoli

Rivalutazione partecipazioni 2024

Rivalutazione delle partecipazioni 2024

La rivalutazione delle partecipazioni societarie e dei terreni è stata confermata anche per il 2024. Per quest’anno l’aliquota dell’imposta sostitutiva è fissata al 16%.

Pianificazione fiscale e TFM

TFM e pianificazione fiscale

Il TFM è uno strumento di pianificazione fiscale che può far conseguire tanti vantaggi alla società e ai suoi amministratori.

L'IRES cos'è, come funziona e come calcolarla

IRES: cos’è, come funziona e come calcolarla

Comprendere cosa sia l’IRES , l’imposta sul Reddito delle Società, come funzioni e come calcolarla è essenziale per tutte le aziende. Ricorda che con un’attenta pianificazione fiscale puoi risparmiare sulle imposte.

Iscriviti alla Newsletter