Blog a cura di Studio Cesiano Riccio

L'informazione per la tua tutela della tua azienda

Telefono +39 375 675 6709

Quando conviene aprire una società all’estero

L'apertura di una società all'estero può convenire o essere una scelta obbligata in alcuni casi. Tuttavia, in altre ipotesi dovresti valutare altre strategie fiscali. Parlane con un consulente esperto in fiscalità italiana e internazionale per trovare la soluzione più adatta alla tua situazione.
società all'estero

Molti imprenditori ritengono che aprire una società all’estero sia la soluzione per pagare meno imposte e ottenere un risparmio fiscale. Per questo motivo, sarebbero disposti a lasciare l’Italia e a cambiare vita. Ma è davvero così?

Cerchiamo di analizzare vantaggi e svantaggi dell’apertura di una società all’estero, valutando consapevolmente l’ipotesi di un trasferimento.

Contattaci per valutare se nel tuo caso specifico conviene aprire una società all’estero e per pianificare la tua strategia fiscale.

Società all’estero e rischi

Se hai intenzione di aprire una società all’estero, devi fare alcune valutazioni con attenzione. Non illuderti, infatti, che in tutti i casi sia una ipotesi conveniente e praticabile. Devi sapere che aprire una società all’estero può portare a indagini da parte del fisco italiano. Questi accertamenti potrebbero addirittura sfociare nell’ipotesi del reato di esterovestizione.

Quindi, è fondamentale non prendere decisioni avventate e rivolgersi a un consulente esperto di fiscalità italiana e internazionale per non commettere errori.

Se vuoi risparmiare sulle imposte, ci sono altre soluzioni a quella del trasferimento all’estero per ottimizzare il carico fiscale della tua società! Parlane con il tuo consulente fiscale.

Inoltre, se per esempio sei in fase di avvio della tua attività, potrebbe non convenirti aprire una società all’estero. Perché? Prima di tutto per i costi di apertura e di gestione della Partita Iva all’estero, che sono elevatissimi. Si sente tanto parlare di “paradisi fiscali”. Ma sai quanto ti costerebbe aprire una società a Dubai? Più di 10.000 euro! I costi di gestione di una Partita Iva in Italia, in regime ordinario o forfettario, sono senza dubbio minori!

Ma se sei davvero convinto di aprire una società all’estero, e hai l’approvazione del tuo consulente, di cosa hai bisogno? Te lo spieghiamo noi! Continua a leggere questo articolo per scoprirlo. 

Cosa serve per aprire una società all’estero

Cosa ti occorre per operare all’estero? Prima di tutto devi trasferire la tua residenza dall’Italia nel paese estero scelto. Devi iscriverti all’A.I.R.E., l’Anagrafe degli Italiani residenti all’estero. Per operare all’estero, oltre alla costituzione della società, devi avviare le pratiche per i visti e ottenere un conto corrente. Quindi, valuta di muoverti almeno con qualche mese di anticipo!

Ricorda: il primo requisito necessario, ma non sufficiente per evitare problemi con le autorità italiane è quello di vivere almeno per sei mesi e un giorno all’interno dell’anno solare fuori dall’Italia.

Per questa ragione, rivolgiti a consulenti esperti di fiscalità italiana che ti aiutino a non commettere errori. Contattaci per valutare se nel tuo caso specifico conviene aprire una società all’estero e per pianificare la tua strategia fiscale.

Apertura di una società all’estero

Per rispondere alla domanda iniziale, in linea generale quando può convenirti aprire una società all’estero?

Sicuramente ti conviene farlo se già hai trasferito la residenza dall’Italia nel paese estero e sei già iscritto all’A.I.R.E. In questo caso, il tuo centro di interessi si è già spostato fuori dall’Italia e quindi è chiaro che ti convenga aprire un’attività nel paese dove risiedi.

Un altro caso in cui certamente ti conviene aprire una società all’estero è se hai un concreto e reale interesse a farlo. Spieghiamoci meglio. Se, per esempio, vuoi avviare un’attività in Inghilterra per vendere audiolibri su Amazon sul mercato americano, Amazon non ti consente di farlo con la Partita Iva italiana. In questa ipotesi devi necessariamente aprire la tua società in Inghilterra.

La soluzione più adatta alle tue esigenze va valutata con un bravo commercialista, esperto di fiscalità italiana e internazionale.

Con una corretta pianificazione fiscale puoi far decollare il tuo business e conseguire un risparmio fiscale nel rispetto delle normative vigenti.

Contattaci per prenotare una consulenza.

Conclusioni e consigli

Hai dei dubbi? Scrivici nei commenti, ti risponderemo!

Siamo sempre a disposizione se vuoi ricevere una consulenza.

Contattaci tramite il form che trovi qui sotto!

Condividi:

Altri Articoli

Rivalutazione partecipazioni 2024

Rivalutazione delle partecipazioni 2024

La rivalutazione delle partecipazioni societarie e dei terreni è stata confermata anche per il 2024. Per quest’anno l’aliquota dell’imposta sostitutiva è fissata al 16%.

Pianificazione fiscale e TFM

TFM e pianificazione fiscale

Il TFM è uno strumento di pianificazione fiscale che può far conseguire tanti vantaggi alla società e ai suoi amministratori.

L'IRES cos'è, come funziona e come calcolarla

IRES: cos’è, come funziona e come calcolarla

Comprendere cosa sia l’IRES , l’imposta sul Reddito delle Società, come funzioni e come calcolarla è essenziale per tutte le aziende. Ricorda che con un’attenta pianificazione fiscale puoi risparmiare sulle imposte.

Iscriviti alla Newsletter